Concentrarsi sul contenuto, scriverlo senza preoccuparsi troppo dello stile, perché allo stile ci pensa Writexp.

L’accesso

Per utilizzare Writexp la procedura è rapidissima:

  • loggarsi (e-mail e password);
  • caricare il file dal pc;
  • selezionare il tipo di testo (es. Manuale, Relazione, Progetto);
  • confermare.

A questo punto Writexp analizza il testo, impiegando un tempo che dipende dalla sua lunghezza (un testo di 2.000 parole richiede circa 5 secondi).

Dopo l’analisi, si può scegliere:

  • la modalità di revisione rapida (revisione con spostamento, sostituzione, eliminazione, aggiunta, non riscrittura)
    oppure
  • la modalità di revisione completa (anche riscrittura).

L’ambiente di lavoro

All’ambiente di lavoro si accede automaticamente dopo aver selezionato la modalità di revisione.

Nell’ambiente di lavoro, Writexp definisce ‘nodo’ tutti i problemi da risolvere, che di volta in volta possono riguardare la costruzione delle frasi, la precisione e la freschezza lessicale e così via.

L’ambiente di lavoro è delimitato:

  1. dalla pulsantiera orizzontale che ospita il nome delle sezioni nelle quali Writexp ha classificato gli errori, cioè Pulizia, Qualità, Posizione, Variazione, Misura, Intitolazione. Accanto al nome della sezione appare il numero dei relativi errori (il numero evidenziato è quello della sezione corrente).
  2. dalla pulsantiera verticale nera che contiene, a partire dall’alto:
  • il pulsante per visualizzare la pagina delle note a piè di pagina
  • il pulsante per cambiare la modalità della revisione (da Rapida a Completa e viceversa)
  • il pulsante per accedere alla pagina dei Supporti
  • il pulsante (fucsia) per salvare il lavoro sul proprio pc (in formato cifrato .wxp) o per esportare la revisione ultimata nel formato desiderato (.doc, .docx ecc.)

La zona operativa è suddivisa in due parti:

  1. la colonna verticale sinistra, Colonna dei nodi, contiene l’elenco di tutti i nodi presenti nella sezione corrente, e i messaggi relativi;

2. lo spazio centrale visualizza l’intero testo e l’editor di revisione, che appare solo quando si operano le revisioni.

Come si opera

Writexp fa apparire i nodi nelle sezioni seguenti:

  1. Pulizia: sgombrare il testo da informazioni inutili;
  2. Qualità: migliorare il linguaggio, senza modificare il contenuto;
  3. Posizione: modificare la posizione delle informazioni, per renderle più visibili e dirette;
  4. Misura: alleggerire il carico informativo delle frasi, perché la lettura scorra veloce e senza fastidio per il lettore;
  5. Variazione: adottare un lessico più espressivo e soprattutto più preciso, affinché la lettura non generi equivoci o richieste di chiarimento che fanno perdere tempo;
  6. Intitolazione: comporre titoli precisi nel contenuto informativo, perché il destinatario comprenda immediatamente il fulcro del messaggio.

Writexp propone un ordine ideale di revisione. L’ordine riguarda:

  1. sia le sezioni: si opera prima in Pulizia poi in Qualità, Posizione, Variazione, Misura, Intitolazione;
  2. sia i nodi all’interno di ogni sezione, che vanno risolti rispettando la loro progressione.

Rispettare l’ordine consigliato è conveniente, perché l’ordine:

  1. rende più agevole comprendere che cosa rivedere e come;
  2. permette al sistema di ridurre automaticamente il numero totale di nodi.

Quando si accede all’ambiente di lavoro, ci si trova automaticamente nella prima sezione che contiene nodi da risolvere.

Nella Colonna dei nodi, i nodi sono numerati e collegati a una serie di messaggi che:

  • avvertono l’autore del tipo di disagio percepito dal lettore;
  • descrivono il problema;
  • spiegano come operare la revisione;
  • forniscono esempi, riscritture, approfondimenti.

Quando si decide di risolvere un nodo, le parole ‘critiche’ appaiono visualizzate nell’editor di revisione, in cui si possono compiere tutte le normali azioni di scrittura.

Quando la revisione è a posto, click su “Ho risolto!”:

  1. Writexp importa automaticamente la revisione nel testo, producendo una modifica rispetto all’originale, che non sarà più disponibile;
  2. nella Colonna dei nodi, il nodo risolto scompare definitivamente.

Quando tutti i nodi della sezione sono risolti, il passaggio alla sezione successiva è automatico.

È comunque sempre possibile:

  • passare a una sezione precedente, purché contenga nodi da risolvere;
  • forzare il passaggio a una sezione successiva, anche se non tutti i nodi della sezione corrente sono stati risolti.

Salvare, scaricare, uscire

Writexp non salva e non trattiene in alcun modo i testi caricati, per garantire la massima riservatezza delle loro informazioni. Il testo che viene visualizzato è in “memoria volatile”, esattamente come quando si lavora in word senza aver salvato il documento: se, per esempio, il pc si spegne improvvisamente, il lavoro scompare e non è più possibile recuperarlo.

Writexp ha una funzione di download del file di lavoro, che il revisore può utilizzare per sia per salvare mentre ancora sta lavorando, sia per salvare la sessione per riprenderla in un secondo momento. Il revisore scarica il lavoro sul suo pc. Il file è in formato .wxp, un formato cifrato che può essere decifrato solo dal revisore quando lo ricarica in Writexp.

Al termine della revisione, il lavoro può essere scaricato nei formati .doc, .docx, .odt, .rtf, e .txt.